Non sei un cattivo genitore se…

Mi sono lanciata nella traduzione di questo articolo tratto dal blog di un papà americano che esprime al meglio i disagi dei genitori oggi, il disagio e il profondo senso di inadeguatezza e frustrazione davanti a un modello di genitore perfetto e irraggiungibile che non sbaglia mai, che fa sempre il meglio per i propri figli, che mai si sente sopraffatto dal suo ruolo… non è così e non è sbagliato sentirsi un po’ giù, un po’ stanchi, avere voglia di staccare anche dall’essere genitore. Non siamo soli, questo, almeno un poco, può confortare 🙂

Alcune parti non sono proprio lineari ma il senso generale credo si capisca.
Buona lettura 🙂

****************************************************************

Lettera ai genitori di bimbi piccoli: lasciate che sia io a dirlo ad alta voce

Sono in un periodo della mia vita dove mi sento stanco morto per la maggior parte del tempo. Stracciato, come-farò-ad-arrivare-alla-fine-della-giornata, gli occhi in fiamme, esausto.

Ho tre maschietti dai cinque anni in giù. Non mi sto lamentando di questo fatto. Beh, in realtà forse sì, un po’. Ma so che ci sono delle persone che farebbero di tutto per avere una casa piena di risate e casino. Io stesso sono stato uno di loro per anni; il dolore dell’infertilità è profondo e lancinante e costante. Ricordo quando lasciavo che la speranza crescesse dentro me per poi vederla rovinare ai miei piedi, mese dopo mese, per sette anni. Sto lavorando su un post sull’infertilità che pubblicherò pi ù in là.

Ma adesso, nella mia vita attuale, ho tre maschietti dai cinque anni in giù. Ci sono molti momenti in cui li trovo profondamente deliziosi, come quando la settimana scorsa Isaac ha detto a mia cognata “Papà ha peli dappertutto!!” O come quando Elijah si è messo uno strofinaccio sul mento e sulle guanche e ha dichiarato con orgoglio “papà! Ho la barba proprio come te!” O quanto Ben striscia su per le scale la mattina presto prima che lo facciano i suoi fratelli, mi sorride e mi dice “Papi e Ben time”

Ma ci sono anche tanti momenti dove non ho proprio idea di come fare per arrivare all’ora della nanna. Le richieste continue, i bisogni e le lotte sono come unghiate sulla lavagna ogni santo giorno.

Uno dei miei figli diventerà sicuramente il prossimo Steve Jobs. Adesso mi trovo ad avere una immensa empatia per i suoi genitori. Lui ha una idea ben precisa di quello che vuole – esattamente in quel modo e in nessun altro. Qualche volta è il modo in cui il suo piatto deve essere perfettamente allineato con la sua sedia, o come debbano essere messe le sue calze, o l’esatto aspetto che debba avere l’immagine del delfino rosa – con occhi fieri papà, non occhi trist! E’ un come un raggio laser e non sarà soddisfatto finchè non avrà ragione totale.

Devo confessare che a volte il suono delle loro grida mi porta a nascondermi nella dispensa. E, qui lo dico e qui lo nego, quando sono là dentro mangio compulsivamente patatine e/o cioccolato amaro.

Alcuni mi dicono: “Dovresti goderti ogni momento! Crescono così in fretta!”

Di solito sorrido e sghignazzo, ma dentro di me vorrei ficcargli la testa sott’acqua. Solo per un minuto o poco più. Solo fino a quando non si spaventano un poco..

Se avete degli amici con dei bimbi piccoli – specialmente se I vostri figli sono ormai grandi o adolescenti – vi prego, giuratemi che non gli direte mai una cosa del genere. Non perché non sia vero, ma solo perché davvero non aiuta!

Sappiamo che è vero che crescono troppo in fretta. Ma sentire che dovrei godermi ogni momento non sembra un dono, sembra più come un’altra delle cose impossibili da fare e quella lista di cose è già lunga abbastanza. Non ogni momento può essere godibile come genitore, non lo è stato per te e non lo è neanche per me. Semplicemente tu te lo sei dimenticato. Ti posso perdonare per questo. Ma se mi dici ancora che dovrei godermi ogni momento dovrò rompere con te.

Se sei un genitore di bimbi piccoli, sai che ci sono momenti di delizia spettacolare e non riesci a credere di avere in giro queste piccolo personcine. Ma lasciate che sia io a dire a voce alta le seguenti cose:

NON SEI UN CATTIVO GENITORE SE NON RIESCI AD IMMAGINARTI IL MODO DI FAR MANGIARE COSE SANE AI TUOI BIMBI COME FANNO I FIGLI DELLA TUA AMICA.
Lei sicuramente starà usando una strana e probabilmente illegale forma di ipnosi!

NON SEI UN CATTIVO GENITORE SE OGNI TANTO TI METTI A URLARE CONTRO I TUOI FIGLI.
Hai dei piccoli dittatori per casa. Se qualcun altro ti parlasse nel modo in cui fanno loro probabilmente finirebbe in prigione!

NON SEI UN CATTIVO GENITORE SE NON RIESCI A CAPIRE COME DARE DELLE RISPOSTE SERENE E APPROPRIATE ED IN TEMPO REALE AD OGNI SINGOLO ATTO DI TERRORISMO CHE LORO RIESCONO A REALIZZARE IN MANIERA COSì CREATIVA.

NON SEI UN CATTIVO GENITORE SE PREFERIRESTI ESSERE A LAVORO.

NON SEI UN CATTIVO GENITORE SE NON VEDI L’ORA CHE VADANO A LETTO

NON SEI UN CATTIVO GENITORE SE IL SUONO DELLE LORO VOCI TI FA VENIRE VOGLIA DI BERE E DI NON SMETTERE MAI.

TU NON SEI UN CATTIVO GENITORE.

Sei un genitore reale con dei limiti. Non puoi riuscire a fare tutto. Dobbiamo tutti ammettere che una delle cause della nostra cultura satura di informazioni è che abbiamo degli standard irraggiungibili per i genitori, dove sentiamo di essere miseramente falliti se diamo da mangiare nugget di pollo ai nostri bimbi e se li lasciamo davanti alla tv la mattina.

Una delle ragioni per cui siamo così esausti è che siamo saturi di informazioni su che tipo di genitore dovremmo essere.

Quindi, magari è giunto il momento di smettere di leggere quei blog che ti spiegano come tirare su il prossimo presidente, che sa leggere dai tre anni di età che sa cucinare, oltre che mangiare, le verdure. Forse è il momento di accettare il fatto di essere il tipo di genitore che chiede scusa quando urla. Che cerca di immaginarsi cosa sia avere del tempo per sé stessi. Che chiede a Dio di aiutarlo a diventare una versione migliore della persona che si è, non di avere più forza per essere un genitore ideale.

Quindi, la prossima volta che vedrete i vostri amici che hanno dei  bimbi piccoli, con quello sguardo nebbioso e disperato negli occhi, ordinategli una pizza e fategliela recapitare a casa quella sera. Rendetevi disponibili per portare in giro i loro figli per qualche ora così che possano stare soli nelle loro case e fare del sesso quando non sono stanchi morti, santo cielo! Mettetegli una mano sulla spalla, guardateli negli occhi e ditegli che stanno facendo un buon lavoro. Solo non spaventatevi se iniziano a singhiozzare senza controllo. Il più delle volte ci sembra come se stessimo rappezzando tutto quanto e che i nostri figli si trasformeranno i terribili criminali, che ci odieranno e che non vorranno avere niente a che fare con noi quando saranno adulti.

Sei stanco morto. Non so con certezza quando la situazione migliorerà. Oggi potrebbe essere una bella giornata oppure potrebbe essere il giorno in cui perderai le staffe in modo tale da lasciare esterrefatto persino te stesso.

Inspira. Espira.

Non sei da solo.

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Giulymommy
    Giu 18, 2013 @ 15:04:46

    Quanta verità e consolazione in qeusto post..

    Mi piace

    Rispondi

  2. Verica
    Giu 19, 2013 @ 09:41:06

    Caspita… che post… non so se piangere o sorridere!
    Se provare amarezza o se sentire una forte consolazione…

    Grazie per avermi fatto sentire meno “sbagliata”! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  3. Katia
    Giu 24, 2013 @ 09:43:53

    Troppo simpatico!!!!!!

    Mi piace

    Rispondi

  4. tri mamma
    Set 25, 2013 @ 01:26:39

    L’idea della pizza non è affatto male 🙂 …
    Inspira. Espira. Inspira. Espira ……

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: