Che domenica bestiale!

Eh ma non nel senso della canzone, proprio in senso negativo!
Diciamo che questo fine settimana è stato poco rilassante già dal suo inizio, sabato infatti luca ha lavorato la mattina e il pomeriggio lo ha dedicato a montare il lettino a castello nella camera dei bimbi, quindi io e i pargoli ci siamo dovuti tenere a debita distanza e dalla mattina siamo stati tutti il giorno fuori casa ma comunque in casa, dei nonni per essere precisi.
Poi ieri, domenica, avevamo intenzione di passare la mattina a casa a sistemare un poco per poi poter uscire nel pomeriggio. Ecco però che si consuma il dramma: poco prima di pranzo, verso le 11.30, Leo, in preda a uno dei suoi raptus ipercinetici, fa un paio di evoluzioni sul divano e si spatascia sul pavimento, cade sulla mano sinistra e subito piange tantissimo e si lamenta. La manina si gonfia quasi subito dalla parte esterna, verso il mignolo. Piange se glielo si tocca… temiamo la rottura ma mangiamo visto che è pronto. Riesco ad addormentare Riccardo e poi via con Leo alla guardia medica. Il medico però può solo constatare il gonfiore e presumere una frattura, per avere certezze bisogna fare una lastra. E sia, mi dirigo con Leo al pronto soccorso del Brotzu, mentre guido penso "Pronto Soccorso – Brotzu – Domenica Pomeriggio – Marasma!" So già che non ci metterò cinque minuti, ma preferisco andare comunque.
Arriviamo e nella sala d’aspetto ci son già parecchie persone, registrano il caso di Leo e cominciamo la lunga attesa: sono le 14.10. Leo è tranquillo, per fortuna non ha dolore se tiene la manina ferma, riesco anche a fargli passare il tempo con quello che ho nella mia borsa da Eta Beta, ascolta un po’ di musica, legge qualche volantino. Arriva finalmente il momento, ci chiamano. Entriamo che son circa le 16.00, io tiro un sospiro di sollievo, non è poi stato tanto lunga l’attesa. E invece siamo solo a metà. Il medico visita Leonardo e poi ci mettiamo in fila per la radiografia. Leo è davvero bravissimo, risponde alle domande come un ometto, riesce anche a stare fermo per fare la radiografia, poi il tecnico gli fa vedere le sue ossicina sullo schermo, e a me indica il punto dove molto probabilmente è avvenuta la frattura della falange. Accidentaccio Leo, tu e i tuoi momenti da pazzoide!
Ci sediamo nel corridoio del pronto soccorso e aspettiamo, aspettiamo, aspettiamo. Leonardo è sempre più lamentoso, vuole andare via, vuole il papà, vuole mangiare. Gli prometto che se riesce a far da bravo per il tempo necessario gli prenderò un pacchetto di Ringo dalla macchinetta dei dolci che abbiamo visto nella sala daspetto. Un po’ si tranquillizza ma poi ricomincia… e come biasimarlo? Ma il problema quale è? Il problema è che siamo di Domenica e il Medico Radiologo è in reperibilità ma non in sede, potremmo tornare il giorno dopo per far refertare la lastra ma stanno cercando di capire se sia o meno il caso di "disturbarlo" per venire a firmare le lastre effettuate fino a quel momento. Ma visto che oramai ci sono una bella fila di pazienti con traumi e radiografie da refertare forse alla fine si son decisi a chiamarlo. Verso le 18.30 cominciano ad arrivare i primi referti firmati. Ci sono anche altri due bimbi, molto più piccoli e più sofferenti di Leonardo.
Leo ha dei momenti di sconforto, piagnucola e comincia a lamentarsi anche del dolore ma ecco che finalmente sento il nome di mio figlio. Abbiamo il referto, possiamo andare in ortopedia per il consulto e per la medicazione.
Ci fanno attendere ancora un po’ insieme ad altri due giovani incidentati, io fra me e me spero che ci sbrighino per primi, ma in effetti fra i tre è solo Leo che ha una frattura confermata dal referto… e infatti chiamano noi! Due simpatici dottori fanno un ultimo controllo alla manina e poi gli sistemano la stecca di acciaio al mignolino.
Possiamo tornare al Pronto Soccorso per la dimissione. Ma ci lasciano ancora una ventina di minuti ad aspettare. Leo si lamenta, ha fame, una signora affianco a noi gli offre un pacchetto di pavesini, inutile dire che se li divora in men che non si dica!
Finalmente la dottoressa ci dà il foglio di dimissione. Dovremo tornare fra due settimane per togliere la medicazione. Usciamo dal Pronto soccorso che son le sette passate, io sono stravolta, stanca, con la vescica pienissima e un mal di testa terrificante. Andiamo dai miei giusto il tempo per poter andare in bagno e poi via verso casa…

AUGURI A LEO!!!

4 anni… mamma mia il tempo ci sta scivolando velocemente fra le dita… per adesso un post al volo, poi cercheremo di essere un po’ più completi.

AUGURI AMORE MIO!

36 mesi

Controllo dei 36 mesi per Leonardo. Il pediatra ha detto che sì, è magrolino ma è una magrezza "armonica" perchè non si rilevano particolari problemi legati ad essa, il bimbo ha un ottimo tono muscolare e questo è più che sufficiente. Per l’altezza siamo sempre ai minimi percentili ma va benissimo anche qui. Insomma, abbiamo un bimbo con crescita armonica e uno con crescita esuberante… dobbiamo rassegnarci e andare avanti chissà che durante l’adolescenza non si capovolgano i ruoli? 🙂

Data

Età

Peso

Altezza

CC

11/02/2005 0 gg 3.510 gr 48,5 cm 34,5 cm
15/02/2005 4 gg 3.280 gr —- —-
21/02/2005 10 gg 3.350 gr 49,5 —-
11/03/2005 1 m 4.300 gr 50,5 36 cm
11/04/2005 2 m 5.000 gr 54 cm 39 cm
11/05/2005 3 m 5.700 gr 59 cm 40 cm
11/06/2005 4 m 6.400 gr —- —-
30/06/2005 4 ½ m 6.600 gr 63 cm 41,5 cm
19/09/2005 7 m 7.650 gr 67 cm 43,5 cm
27/02/2006 12 ½ m 8.750 gr 73 cm 47 cm
11/07/2006 17 m 9.300 gr 78 cm 48 cm
24/01/2007 23 m 10.820 gr 83 cm 48,5 cm
13/08/2007 30 m 10.900 gr 89 cm 48,5 cm
27/02/2008 36 m 11.850 gr 93 cm 49 cm

Tre anni?

Sono tanti? Sono pochi? Beh insomma oggi il mio piccolo ometto fa la bellezza di tre anni. Me lo guardo, me lo stringo, lo bacio e lo ribacio, lo abbraccio, lo accarezzo. Sì è vero, non è più quel batuffolo ciccioso di tre anni fa, e neanche il puffo guancione di due anni fa e neanche l’alieno parlante (o il parlante alieno) di un anno fa.
Ha tre anni. Parla ormai perfettamente, se sbagli pronunciando una parola e lo correggiamo lui riesce a ripetere poi benissimo anche parole STRANIERE!! Sì, canta gli Inti Illimani in macchina con mamma e Rino Gaetano in macchina con papà e ripete benissimo le melodie, sembra avere un buon orecchio ed essere molto intonato anche se ha poca memoria per i testi e va a braccio.
Rimane un po’ minuto il mio Leo, ha qualche robina della taglia 18 mesi! ma per il resto sta vestendo bene la 24 mesi… sì lo so che ne ha 36 di mesi, ma i pantaloni per tre anni gli stanno fooorse di lunghezza ma sicuramente non di vita, ha un vitino di vespa! Vicino ai bimbi più grandi o anche della stessa età quasi sparisce in altezza, ma sicuramente non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, è molto indipendente e sa come comportarsi anche con quelli più alti. Qualche volta ci scappa uno spintone… ma il più delle volte è solo autodifesa e spirito di sopravvivenza 🙂
E’ un piccolo fenomeno ginnico. Fa i piegamenti sulle braccia (li fa benissimo e arriva a farne anche 7), fa gli addominali, fa la spaccata, la capriola e anche la capriola dalla chaise longe del divano così si ritrova direttamente in piedi in terra. Salta senza aiuto da due scalini e a volte anche da tre ma magari preferisce una mano. E’ molto cosciente del suo corpo ma anche dei suoi limiti e non sembra temerario nei movimenti, infatti raramente si fa male.
Abbiamo ormai tolto il panno e il ciuccio durante il giorno, la notte li teniamo ancora per un po’ ma questa estate ci ripromettiamo di eliminarli definitivamente. Gli piace giocare con il papà, a fare la lotta anche se poi questa lotta la porta anche all’asilo con gli altri bimbi e quindi dobbiamo eliminarla temporaneamente. Ha un bel caratterino, quando è no è no ma mamma pascaliza-diplomatica-per-natura riesce a sciogliere anche un iceberg intero con la forza del tempo e della pazienza… quindi amore bello questi tuoi no non avranno vita facile 😛
Gli piace da morire Spiederman e i supereroi in generale. Ormai sa i nomi in incognito di Superman, Batman e Spiderman appunto e anche di Wonder Woman. La sera prima di andare a letto (rigorosamente alle 20.09 alla fine del suo cartone preferito KERORO) beve un cicchetto di latte dal biberon e si stringe forte il suo Riccardo. Ormai non si sveglia quasi più la notte e riesce a tirare dritto fino alle 5/6 del mattino anche se per caso la mamma e papà fanno gli esperimenti-lettino con Riccardo e anche se il suo fratellino protesta nel cuore della notte lui continua a dormire beato.

E io? io quando vado a spegnere la lucetta nella sua cameretta e lo vedo addormentato pesantemente, con il visino rilassato mi intenerisco un po’ e quando mi guarda negli occhi con quei suoi occhioni scuri mi chiedo "Quando sarai un uomo vedrò ancora questa luce speciale che hai negli occhi?"

Auguri amorino mio.

I miei supereroi!

Eccoli i miei due supereroi!! Il primo perchè siamo stufi di sentirci dire che Riccardo è ciccione, non è vero, ha le guancione grandi ma per il resto è tostissimo e si sta allungando tanto pur non aumentando particolarmente di peso. Quindi come dice il papà "Non è ciccia, sono MUSCOLI" e per riprendere anche il soprannome del nostro Ric-Swarzy-Mr Olympia eccolo in versione Superpalestrato! E provate a dirgli che è grasso! 😀
Invece Leonardo è Spiderman nero! Che ci sta facendo due saccocce così da quando ha visto il film, e tutti i maglioncini me li sta sformando nel collo perchè fa proprio il gesto della foto per far vedere che lui è spiderman… anzi PPAIEMEN come dice lui.
E con questo chiudo il momento scazzo di questa giornata 😛

Terzo Carnevale

Eccoci al terzo carnevale del nostro piccolo ma ahimè grande Leonardo! E dopo Superman, dopo Zorro ecco che quest’anno abbiamo svoltato un bel Jack Sparrow colorato! No lo so non ha niente a che vedere con JS ma per fortuna con i bambini si fa in fretta a fargli credere le cose 😛 E’ solo un pirata. Solo? E’ un GRANDE PIRATA TEMIBILE il mio Leo. Guardate che belle basette e che bei baffoni! E che portamento il piccolino eh, anche se la spada ancora non ha imparato ad impugnarla 😛
Siamo riusciti a deviare e scampare le mille e mille richieste di Leonardo, prima fra tutte il costume dell’uomo ragno! e poi quello di batman e poi ancora superman e poi le tartarughe ninja e i suoi adoratissimi power rangers… insomma tutti i costumi che vedeva negli ipermercati in questo periodo terribile! Tutti costumi che costano ben oltre i 30 €! E scusami bimbetto mio, ma 30 palanche per un costumino che metterai due volte in tutto mamma proprio non se la sente di spenderli, sono davvero troppi. Per fortuna (e spero continui per moooolti e moooolti anni e che lo insegni per bene anche al fratellino) alla mia risposta "amore ma quel costumino costa troppi soldini e mamma non ce li ha per comprarli" lui con faccetta seria ripete "troppi soldini…" e rinuncia.
Avevamo recuperato il vestitino da pirata di Luca ma è un po’ grandino per leo. E allora cerca cerca, fruga fruga, alla fine mamma pascaliza è riuscita a trovare questo costumino all’iperstanda, l’unico rimasto anche se manca un pezzo di tibia allo stemma. Lo prendo e vado a chiedere titubante il prezzo. "19 euro, signora". Aggiudicato! Non è poco ok, ma cercheremo di ammortizzarli andando a tutte le sfilate possibile e poi chiaramente lo utilizzerà presto anche Ric 😉
Oggi festa al nido e si replica anche martedì grasso. Domenica foooorse andiamo a San Gavino (HAI SENTITO MASSYY PREPARA IL CD!!!). Poi probabilmente festeggeremo il compleanno di leo in anticipo così ci becchiamo la pentolaccia. Insomma dài, quattro occasioni di utilizzo.
E ric? Da cosa lo vestiamo quest’anno? Ho ancora il costumino da superman di Leo, proverò a vedere se gli sta. Se non è superman Riccardo, non so proprio chi possa esserlo no?

E facciamoli sti paragoni!!

E vabene, Riccardo è nato enorme e invece Leonardo era una palletta corta e ciccia. Ma sono andata per curiosità a fare due calcoli. Beh insomma, aldilà del fatto che le misure attuali di Riccardo Leo ce le aveva a 7 mesi compiuti. Se si analizza la crescita è praticamente IDENTICA! A quattro mesi Leonardo pesava 6400 gr ed era lungo 63 cm, rispettivamente 2890 gr e 14,5 cm dalle misure della nascita. E Riccardo? Beh dalla nascita ha preso 3060 gr e 14,5 cm!! quindi quindi sì certo è partito con un certo vantaggio ma sta seguendo lo stesso trend, anzi! leo aumentava praticamente 700 gr al mese almeno fino al 4°, mentre ric oramai si è assestato sui 100 gr alla settimana.

Tutti questi calcoli perchè? Esatto, avete indovinato… ho ancora troppi tempi morti a lavoro! 😛

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: